Archivi categoria: Uncategorized

Un elmetto per Gandhi

C’è qualcosa di non detto, nei fatti di Barcellona. Circola in rete una cartina colorata di come sarebbe ridotta l’Europa se prevalessero tutti gli indipendentismi : un puzzle di staterelli che sarebbe difficilissimo ricondurre non dico alla realtà, ma anche … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 1 commento

Lucciole per lanterne

Se è vero che quello di sgualdrina è il mestiere più antico del mondo, il vecchio adagio “puttana Eva” implica due ipotesi: che Adamo non fosse il solo uomo nell’Eden, o che Eva gli facesse già allora pagare le mele. … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 1 commento

Il cetriolo tradito

Smettetela, o seguaci di Onan, di accontentarvi della mano! Cessate, prede di arrapamenti solitari, di ricorrere all’ortolano per carote, cetrioli o altri ortaggi da ‘uso alternativo’. Arrivano i sex toys. Ci sono sempre stati, a dire il vero. Ne sono … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 1 commento

Meglio una volta?

Di fronte al caso del neonato abbandonato in strada a Settimo e morto, tracima da Facebook un fiume di esecrazioni per i genitori (e qui ci può, anzi ci deve stare) e per l’epoca amorale in cui viviamo. Qui invece … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 1 commento

PIFFERAI E PIFFEMEDIASET

Basterebbe ricordare le vittorie elettorali della Appendino in Piemonte e del Brexit in Inghilterra, entrambi dati per sconfitti dai sondaggi e dai mass media, per capire due cose. La prima è che i sondaggi (soprattutto gli”exit-poll”) sono ingannevoli e si … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Indispensabilità delle etichette

Non ci piace essere etichettati, ma siamo noi stessi ad etichettarci, più o meno consapevolmente, per fissare la nostra identità. Parlare in dialetto, ad esempio, aiuta, e infatti è un’etichetta. Tutto, è etichetta. E alla fine un’identità emerge, da sola … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 2 commenti

Identità e immigrazione

Vi furon epoche di isolamento e scarsa mobilità sociale (come il medioevo) in cui l’identità non dovevi né fabbricartela nè comprarla fatta, perché ti veniva assegnata dalla nascita. Se nascevi servo avresti fatto il servo, come i tuoi avi e … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 2 commenti