Occulto è meglio

Il potere politico agisce su due piani: uno visibile, e l’altro (il più efficace) occulto. La Chiesa, ad esempio, si è sempre servita della confessione, per le sue trame nascoste. I confessori (specie gesuiti) furono spesso delle spie incaricate di frugare nei segreti dei sudditi, del Papa e degli altri Stati. La borghesia dal canto suo s’inventò la Massoneria, che prospera ancor oggi. Per gli ingenui, era una società segreta dai nobili ideali libertari. Per gli affiliati, era (e resta) un efficace, internazionale ed occulto comitato d’affari. Per il popolo, era solo una fregatura. Le decisioni davvero importanti, infatti, venivano prese tra pochi incappucciati, e la giustizia, la pubblica istruzione, la sanità, l’alta finanza, ne risultavano influenzate al di fuori e al di sopra della reale meritocrazia, della dialettica partitica e della spinta mediatica.
Il popolo, allora, si organizzò col socialismo. Purtroppo esso fece la stessa fine della Chiesa e della Massoneria: ottimo nella teoria, fallì nell’applicazione pratica. I compagni si misero ad operare anche loro sul piano occulto attraverso la “massoneria rossa”, una rete di fiancheggiatori interessati, beneficiari e militanti infiltrati nei gangli del potere per regolarne i flussi senza bisogno di periodiche legittimazioni elettorali. E così anche sotto le amministrazioni rosse continuarono ad imperversare i furbi, categoria del tutto trasversale.
I furbi sono gli artisti del voltafaccia, quelli che fra bugie, trame e ricatti sanno cavarsela in ogni ambiente. Sono i Fouché di tutte le epoche, i controllori di pacchetti di voti, gli insider traders, i corruttori, i corrotti, i parassiti annidati nella macchina statale all’ombra del sindacato.
La quercia, con tangentopoli, ebbe un’occasione epocale per farli fuori tutti, ma la gettò al vento, segandone alcuni e risparmiandone altri. D’altra parte non poteva certo segare il suo ramo più robusto, la massoneria rossa. Meglio far germogliare altri rami, come quello delle Coop, per assicurare sempre più ghiande ai suoi seguaci. Ora che la crisi le ha drasticamente ridotte, però, i compagni se le disputano a morsi, le sempre più rachitiche ghiande che rimangono, a botte di inchieste pilotate e di primarie taroccate. Occulto è meglio, ma resta comunque buio.
Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Occulto è meglio

  1. Marco ha detto:

    Welcome back, my dear friend.

    Cereaaa

  2. pino ha detto:

    caro manlio sei un grande fustigatore delle meschinità di questo paese però il meglio lo dai quando parli del toro e delle sue sofferenze e poi che nostalgia per i tempi in cui scrivevi su calciofilm, ma è meglio che mi fermo qui….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...