Ottobrata

A Roma sono famose le “ottobrate”, settimane intere di bel tempo con caldo quasi estivo ad ottobre, ma qui a Torino sono rarità. Non so se durerà, ma ieri è saltata fuori una di quelle giornate lì. C’era l’aria pulita e il sole terso, c’eran profumi intorno e gente nei déhors, caldo temperato dall’ombra, venticelli. L’insieme non era scontato e petulante come in primavera, bensì discreto, placido, maturo, imprevedibilmente bello come solo l’ultima occhiata di un’estate in partenza può apparire.   Insomma, era come la Loren a 60 anni.   Adesso Sofia ne ha 77, e rupita e intonacata com’è solo un mozzo siculo sbarcato da un trimestre di cargo saprebbe concupirla. Mi perdonino i siculi: il mio è solo un omaggio al luogo comune della loro bravura amatoria. D’altra parte è nota la storiella dei due vecchi siciliani (qui ci vorrebbe Camilleri per i dialoghi, ma farò del mio meglio) che commentano l’arrivo del Viagra: “Minchia, don Caloggero, ‘u sapite, escìu ‘na pastigghia miracolosa – E cu faci ‘sta pillula? – Pari che, pigghiandola, si pote fari l’ammuri quattru volte de seguito –  Aaaah! Aiu capitu! E’ un calmante”.  In realtà, nella mia allegoria, a concupire la Sofia d’oggi calzerebbero meglio altri esempi di maschi di recente importazione africana, ma sarebbe un peccato guastare, evocando certe virilità nutrite di atavico disprezzo per la donna (ed espresse purtroppo qui in Italia in violenze carnali, anche di vecchie) il ricordo del tramonto di ieri, con le sue nuvole grigio-arancio-rosa-blu sulle Alpi innevate di fresco.
No, no. Restiamo pure al mozzo siculo (magari identificandolo nello splendido Giancarlo Giannini di “Travolti da un insolito destino”) e all’appetibile Sofia di 17 anni fa. Conosco già l’obiezione delle sessantenni: “bella forza, chissà quante volte si è fatta ritoccare dal chirurgo, quella lì!”. Ma dài… era solo per fornire un termine di paragone noto a tutti. Il vero “come” di un’ottobrata sono loro, certe sessantenni ancora splendide. Ognuno di voi ne conosce almeno una. Bene: ieri era come lei.
Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Ottobrata

  1. missis Horse ha detto:

    grazie! Effettivamente sono splendida…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...