Fuoriserie d’epoca

Quand’ero piccolo d’estate, fuori dal déhors dei caffé concerto, s’affollava sempre la siepe umana di chi non aveva i soldi per consumare, o non li voleva spendere. Ed  erano i più severi nelle critiche, quasi volessero rifarsi della loro condizione di “esterni”. Come i loggionisti che, esclusi dai palchi e dalle poltrone della platea, sono sempre stati il terrore dei cantanti lirici per la loro intransigenza e i loro fischi.
A fine estate altri loggionisti, riuniti in capannelli per la per via, commentano altri gorgheggi: i passaggi femminili. Siamo agli ultimi giorni di “sfoggio d’abbronzatura”, destinato a concludersi a breve, anche se rinforzato dai week-end settembrini e da qualche seduta sui lettini a raggi Uva. Ai primi freddi, stop alle braccia nude, alle scollature vertiginose e alle minigonne mozzafiato, ai négligé balneari da indossare per esibire pelli color cioccolato per strada e al supermarket.  Per le belle, il premio sono gli sguardi d’invidia delle altre donne, e quelli di concupiscenza dei capannelli, naturalmente snobbati. Premi giusti, se si considera quanto costa una bella abbronzatura in soldi, tempo, noia, rischio di tumori cutanei e certezza di rughe in vecchiaia. Ma le fans della tintarella sono cicale. Non pensano all’autunno e all’inverno della vita. E infatti fra di loro appare puntualmente, ogni estate, la figura che vendica i loggionisti snobbati: l’ex-passerona. 
Quella che per tutta la gioventù (trascinata con artifizi cosmetici e chirurgici ben oltre il limite anagrafico) ha portato a spasso il suo corpo statuario fasciato in abiti aderentissimi tra i maschi in ebete contemplazione (“ma che cos’hanno da guardarmi?” …stronza!). Quella che ondeggiava per strada come Monica Bellucci in “Malena”, sguardo assente, sorda ai fischi d’ammirazione e ai complimenti degli uomini che si davan di gomito al suo arrivo, e smettevano i discorsi di calcio per godersi meglio i suoi emisferi, l’anteriore sobbalzante in avvicinamento, il posteriore ancheggiante in allontanamento.  Adesso ci prova, l’ex-passerona rifatta con le sue labbra a canotto, tutta bardata e superabbronzata, a rifar la passata di Malena avanti e indietro nel quartiere, ma ogni anno è peggio. Quegli sguardi che un dì fuggiva, ora li cerca, nervosa, con rapide occhiate di controllo, ma fischi e i complimenti d’un tempo non  arrivano, e nei capannelli si continua a parlare di calcio. Invano lei esagera l’ancheggio, calca sul trucco, scopre più carne. Niente da fare: è già tanto se non arrivan risatine.  Dovrà accontentarsi delle parate domestiche: sicuramente avrà trovato chi mantiene e gusta ogni tanto quella sua carne un po’ frollata (le fuoriserie d’epoca hanno sempre i loro canuti e facoltosi collezionisti), ma la camminata trionfale tra ammiratori di bellezze in transito le è ormai negata. Eppure si consoli, l’ex bellona, pensando ai café chantant: come accadeva ai bordi dei déhors, la severità dei giudici “esterni” sa di rivalsa di scrocconi costretti a guardare senza poter consumare. E’ solo la piccola vendetta di chi è escluso, anche dalle fuoriserie d’epoca.
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Fuoriserie d’epoca

  1. michele ha detto:

    le frasi finali del pezzo, quelle sui giudici esterni che cercan la rivalsa, mi ricordano la strofa di una canzone di De Andrè (mi pare fosse “La città vecchia”), quella sui pensionati avvelenati al tavolino: li troverai là, col tempo che fa, estate e inverno, a stracannare e stramaledire donne, tempo ed il governo…
    Saluti.
    Michele

  2. Ro ha detto:

    Divertente, davvero divertente e visto che è stato citato De Andrè nel commento, quell’ancheggiare della bellona mi fa pensare a “Bocca di rosa” e “all’ira funesta delle cagnette”, anch’esse “giudici” esterni, ma quale sarà la loro vendetta????
    Ciao Manlio ben tornato!!!!!!
    Ro d J

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...