Allarmate Stoppardi (*)

Ma l’avete visto lo show che ha fatto il cielo di Torino ieri e oggi, libero e terso al mattino, poi con batuffoli bianchi all’orizzonte (i sudori delle alpi) sempre più grandi man mano che il sole si fa audace, e nel meriggio pieno di gonfie cattedrali e mutevoli sfondi azzurro-grigi che la sera girano sul viola? Avete fatto un salto fuori città col finestrino giù, a sentire l’aria fresca e non il phon acceso di una settimana fa? Vi siete goduto lo spettacolo del dopo-mietitura, quei campi striati, irti e biondi come teste di reclute normanne reduci dal barbiere di caserma? Una volta erano pieni di covoni, oggi invece hanno grossi cilindri di paglia sparsi a caso, che sembrano pastiglie Leone per giganti. Avete gradito sulle gambe (finalmente nude dopo la lunga parentesi invernale nel buio delle braghe) la carezza del sole e non le sue punture? Che spettacolare estate, questa, alla faccia dei Tg (1, 2, 5, fa lo stesso, tanto sono tutti uguali, quelli Rai addirittura si passano i servizi da una rete all’altra e ne riprendono i testi nei Gr)!

Diceva, uno di questi Tg tutti clonati dallo stesso archetipo balengo: “Allarme al nord per l’ondata di maltempo dovuta all’irruzione di un’alta pressione d’origine atlantica…” Era lo stesso Tg che pochi giorni prima aveva tuonato: “Allarme al nord per l’ondata di caldo africano dovuta all’irruzione di una bolla d’alta pressione d’origine sahariana…”. Il succo? E’ che l’aria, muovendosi, fa cambiare il tempo, e se viene dal deserto porta caldo, se viene dall’oceano porta fresco. Sai che novità! L’importante, per loro, è tener desto l’allarme, ovunque si registri un minimo disagio meteo. E se per caso va bene dappertutto (nel senso che tutto è nella media), dicono che “ purtroppo la tregua sarà breve”, che dobbiamo aspettarci ancora gelo o calore, alluvioni o siccità. Perché a loro interessa crear ansia, in ogni modo, per agganciar l’attenzione dell’utente e non fargli cambiar canale fino al traino de “la serata prosegue con”. Ma andé a piév-lo ‘ndoa a finiss la giàca!

(*) Nome derivato da una vecchissima gag goliardica usata per fregare i distratti. Si dice alla vittima: “Ah… ti saluta Stoppardi”, e alla domanda “…ma chi è Stoppardi?” si portano le due mani a conca sopra il pube e si risponde “Stoppardiballe”

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in 1. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Allarmate Stoppardi (*)

  1. Dado ha detto:

    Si, è vero! Magnifiche giornate queste! Ero in giro per Asti con la mia pulzella e vedere quelle rotoballe mi ispirava assai… purtroppo è scesa la frescura, e il programmino è saltato… vabè, sarà per la prossima mietitura!

  2. E.Raser ha detto:

    pero’ l’universo è sempre in espansione, e bisogna arrestarla per arrivare al punto Omega.
    tanto piu’ che il Prof.Dott. Erik Verlinge ha dimostrato, con strane formule, che la gravita’ è un’illusione.
    L’unico modo a tutt’oggi noto è l’annichilamento barionico, che interagisce col campo di Higgs modificando la curvatura dello spazio
    ( cfr La Fisica del Cristianesimo, di Frank J Tipler, Mondadori, 2008 )
    se non si arresta l’espansione si va incontro alla perturbazione perturbante.
    In Australia già si preoccupano per queste teorie del tutto che negano realtà alla gravita’.
    Temono di cadere nel buio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...