Ucronìa mesopotamica

Baghdad, 9 aprile 2053. Il presidente della repubblica irachena Alnap ol Itan ha voluto celebrare nel palazzo presidenziale il cinquantenario della liberazione da Saddam Hussein. Gli anziani superstiti delle formazioni Peshmerga entrate in armi a Kirkhuk nel 2003 sfileranno nelle varie città insieme agli Sciiti di Bassora. Ma si registra una rissa verbale fra gli islamici di DS (Dominio Sciita) ed i laici del PDL (Protettori Della Legge, eredi del disciolto partito Baath), perché questi ultimi vorrebbero onorare i caduti di entrambi i fronti: «In fondo i militi della RSI (Repubblica Saddamista Irachena) si batterono per ideali come il rispetto dei giuramenti e la riluttanza a tradire, cui solo il settarismo dei vincitori nega patenti di nobiltà e sincerità. ».

Il partito dei DS, sempre in lotta coi fratelli Sunniti del PRC (Partito della Rifondazione Coranica) e coi fanatici giustizialisti Wahabiti dell’IDV (Islam Della Vendetta), è incapace di ritrovare l’unità islamica. Neppure nei girotondi intorno alla pietra nera della Mecca. Però la trova su quest’argomento: «L’interpretazione del PDL è un intollerabile revisionismo – tuona il mullah Pierof Hassin – una scomposta polemica dietro la quale il neosaddamismo tenta di nascondere l’imbarazzo per non aver fatto i conti con la storia».

Ma è proprio il fronte della storia che mostra nei DS le crepe più vistose. Gli storici neutrali ammettono che i Peshmerga non ebbero poi tutta quell’importanza nella liberazione dell’Iraq. Senza gli americani alle spalle, la resistenza dei GAP (Guardie Armate del Petrolio) sarebbe rimasta alla macchia. Quanto agli ideali per i quali i partigiani gappisti dicono d’aver combattuto, il PDL è sferzante: «Molti, invece della democrazia, preparavano l’avvento di una dittatura, per spartirsi il petrolio. Altri sono entrati nella resistenza solo per non essere mandati a morire da Saddam contro gli Usa. Altri ancora perché coi partigiani, grazie alle requisizioni, si mangiava, mentre il popolo era ridotto alla fame. Quasi tutti, infine, si sono uniti agli americani poco prima della vittoria finale, per partecipare ai saccheggi e compiere le loro vendette personali approfittando del caos di quei momenti».

Quanto dureranno ancora queste sterili polemiche? L’Europa è scettica: probabilmente si trascineranno ancora per decenni. Dopotutto nella democratica Italia, dove i cittadini sono molto meno fanatici che in Iraq, in questo anno 2053 si discute ancora di eccidi risalenti a più di un secolo fa, come Porzus, Via Rasella e Stazzema…

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Ucronìa mesopotamica

  1. Anonimo ha detto:

    Manlio, ci pensi tu ad avvisare Tettamanzi?

    IL CORANO NEGA LA TRINITÀ E L’INCARNAZIONE

    Sura V, 77 (La tavola)

    «Infedele è colui che dice: Allàh è il terzo della Trinità: non vi è che un solo Allàh, e questo Allàh è unico; se essi non ritrarranno ciò che affermano, un doloroso castigo attenderà gli infedeli».

    Sura IV, 169 (Le femmine)

    «O voi che riceveste le Scritture! Non varcate i limiti della fede; non dite di Allàh che la verità. Gesù è il figlio di Maria, l’inviato dell’Altissimo ed il suo Verbo. Egli l’ha fatto scendere in Maria. Esso è il suo soffio. Credete in Allàh e nei suoi apostoli; non dite esservi una Trinità; egli è uno. Questa credenza vi riuscirà più utile. Lungi che egli abbia un figlio, ma governa da solo il cielo e la terra, e basta a sé stesso».

    Sura V, 76 (La tavola)

    «Quelli che dicono che il Messia, figlio di Maria, è Dio, pronunciano una bestemmia. Non ha egli stesso detto: «Figli d’Israele, adorate Allàh, mio e vostro Signore»? Chiunque associa altri dei ad Allàh non entrerà nel giardino delle delizie, e la sua dimora sarà nel fuoco…».

    Sura V, 116 (La tavola)

    «Allàh chiese a Gesù, figlio di Maria, se avesse comandato agli uomini di adorare lui e sua madre come dèi; «Signore, rispose, avrei loro ordinato un sacrilegio? Se ne fossi colpevole, non lo saresti tu pure? Tu conosci ciò che è nel mio cuore, ed io ignoro ciò che vela la tua maestà suprema. La conoscenza dei misteri non spetta che all’Altissimo».

    Sura XXXIX, 6 (Le schiere)

    «Se Allàh avesse voluto avere un figlio, lo avrebbe scelto tra gli esseri che ha voluto creare. Ma che questa bestemmia sia lontana dalla sua gloria! Egli è unico e potente».

    Sura XIX, 92-93 (Maria)

    «Essi (gli infedeli; N.d.R.) dicono che Allàh ha un figlio, e proferiscono così una bestemmia. Poco manca che i cieli non si schiantino a queste parole, che la terra non si spacchi e che le montagne spezzate non crollino»! «Essi attribuiscono un figlio al misericordioso, e non potrebbe averne».

    Sura IX, 30 (La conversione)

    «I giudei dicono che Ozai è figlio di Dio; i cristiani dicono lo stesso del Messia. Parlano come gli infedeli che li precedettero; il cielo punirà le loro bestemmie. Chiamano signori i loro pontefici, i loro monaci ed il Messia, figlio di Maria, ed è loro imposto di servire un solo Dio; non ce n’è un altro. Anatema a quelli che si associano al suo culto»!

    SAN GIOVANNI BOSCO COSÌ STIGMATIZZAVA LA FIGURA DI MAOMETTO E LA SUA FALSA RELIGIONE ISLAMICA

    «Il famoso impostore Maometto nacque in seno a povera famiglia di padre pagano e di madre ebrea nella Mecca, città dell’Arabia. Vagando in cerca di fortuna, fu fatto agente di una vedova mercantessa ebrea di Damasco, che presto lo sposò. Siccome pativa epilessia, egli seppe servirsi di questa sua infermità a provare la religione da sé inventata, affermando quelle frequenti cadute essere altrettanti rapimenti, in cui esso teneva colloqui con l’Arcangelo Gabriele.

    La religione che esso predicava è un miscuglio di paganesimo, di giudaismo e di cristianesimo. Ammette un solo Dio, non riconosce Gesù Cristo come Dio, ma soltanto come suo profeta. (…) Dettò la sua credenza in lingua araba, compilando un libro, cui diede nome di Corano, ossia di libro per eccellenza; nel quale si vanta di aver operato un miracolo, per altro molto ridicolo. Narra cioè, che essendo caduto un pezzo di luna in una sua manica, egli seppe per bene racconciarla; ecco perché i maomettani presero per insegna la mezzaluna.

    Conosciuto per uomo perturbatore, i suoi concittadini volevano ucciderlo. Ma l’accorto Maometto pigliò la fuga, e ripiegò a Medina con parecchi avventurieri, che l’aiutarono ad impadronirsi di quella città. Questa fuga di Maometto appellasi Egira, che vuol dire persecuzione; e da essa appunto cominciò l’Era Musulmana, corrispondente all’anno di Gesù Cristo 622. Il suo Corano è pieno di contraddizioni, assurdità e ripetizioni. Non sapendo scrivere, Maometto fu aiutato da un ebreo a da un monaco apostata persiano, di nome Sergio. Il Maomettismo ebbe presto molti seguaci, ed in breve il suo autore divenuto capo di formidabili masnadieri, potè con le parole, e assai più con le armi, dilatarlo quasi per tutto l’Oriente».

    Ora noi ci chiediamo:
    San Giovanni Bosco, dopo queste durissime parole, avrebbe baciato con tanto ardore il Corano di Maometto al modo di Giovanni Paolo II?

  2. Anonimo ha detto:

    molto utile, assai davvero, per misurare la pochezza della nostra unicissima realtà che già domani non è tale bensì subito sarà scontata. resta invece il fatto che io abbia dovuto – come molti o come pochi? – andare a cercarmi sul vocabolario il significato di ucronìa. anche questo resterà uguale a sè stesso, ma io dovrò a te di avermelo fatto imparare con un impeccabile esempio il giorno 11.01.2009: meglio tardi che mai, e certo le cose nuove restano impresse quando son mostrate e dette in modo divertente. credo che la copierò nel mio quadernino degli “insegnamenti memorabili”. cli_

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...