Così imparate a "far girare" le mail

In Virginia lo Spam è reato penale, e gli Spammers rischiano fino a 5 anni di galera. Càspita. Quasi come a transitare in scia (cioè a sbafo) sulla corsia del Telepass qui in Italia. Se qualcuno aveva dei dubbi su cosa siano i poteri forti, questo del Telepass è un piccolo esempio. Se scavalchi la recinzione per vederti un concerto di Vasco Rossi a sbafo, se ti beccano in tram senza biglietto, se vai al ristorante e poi non paghi, non ti fanno niente. Al massimo una multa. Ma se freghi la Autostrade Spa, finisci in galera. Qui. In Italia. Dove in galera non ci vanno neanche i borsaioli e gli scippatori, e i ladri vengono denunciati “a piede libero”. Mah…

Comunque, torniamo allo Spam. Dicesi Spam la posta-spazzatura che intasa le caselle di e-mail. Pubblicità, catene, offerte truffaldine… insomma, nulla più di quanto capiti agli utenti del telefono, qui da noi. E’ fastidioso, d’accordo. In America la media di questi messaggi elettronici non richiesti è di circa 3600 all’anno. Dieci al giorno per utente. Qui in Italia se hai un’azienda te ne trovi altrettanti di cartacei ogni mattina in buca. I più li butti direttamente nel cestino, senza neppure aprirli. Alcuni li leggi, ma poi fanno la stessa fine. Ciò comporta lavoro e perdita di tempo ben superiori a quanto serve per cliccare “out” sulla posta degli Spammers (senza contare i programmi-filtro che oggi raggruppano la posta indesiderata tutta insieme).

La tipologia della posta indesiderata che arriva via internet è la stessa di quella cartacea che arriva col postino: réclames, catene, collette, messaggi ingannevoli (“complimenti! Lei ha vinto eccetera eccetera…”). Sono i soliti, vecchi trucchi del marketing, sempre meno efficaci man mano che la gente diventa più scafata. Ma in pratica rappresentano anche la versione moderna degli strilli che gli imbonitori facevano nelle fiere di una volta: “venite, siòre e siòri, la pomata miracolosa, la pomata miracolosa, contro le scottature, i calli e l’impotenza virile…”

Certo, le vittime potenziali di questa sottocategoria di spot (non dimenticate che la pubblicità vera, anche quella istituzionale e autorizzata, è quasi sempre ingannevole) le vittime – dicevo – sono sempre tante, e lo dimostra il prosperare dei maghi e delle Vanne Marchi, ma questo dipende dalla percentuale dei garula fra gli umani, che resta fisiologicamente altissima. Dice: ma gli Spammers vendono gli indirizzi carpiti a gente in buona fede. Perché, i supermercati cosa fanno? E le banche? E le aziende? In barba alla legge sulla privacy, esiste da anni un fiorente mercato di indirizzi.

Sotto elezioni ho visto offrire (e comprare) persino liste di pazienti di medici. State tranquilli, quello dello spam non è tra i massimi problemi dell’umanità. E’ un po’ come le mosche, vènta avej pasiènssa. Oltretutto i raccoglitori di dati si espongono ai burloni come me, che mi diverto a compilare i questionari delle “carte fedeltà” nei supermercati coi dati più incredibili. Per sballargli le statistiche mi spaccio per giovane, analfabeta, ammaestratore di serpenti, ricco di famiglia, con auto di lusso e abitudini faraoniche. Il guaio è che però poi compro solo i prodotti in offerta speciale, e loro mi sgamano.

 

 

 

 

 

 

 

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Così imparate a "far girare" le mail

  1. Anonimo ha detto:

    Io lo spam proprio non lo sopporto e lo combatto. Ci sono tantissimi modi, forse non tutti semplici ma ho fatto chiudere centinaia
    e centinaia di siti e account oltre ad aver impegolato qualche spammer con il proprio ISP.
    Il problema anche qui e’ che ancora non ci si e’ adatti ad una tendenza sempre in aumento(eppure e’ in voga da anni e sempre in aumento!).
    Brava la Virgina ad applicare quel tipo di legge, peccato che non serva a nulla perche’ gli spammers sono altrove o spammano da altrove!
    Lo spam su internet e’ e rimane un mercato illegale ancora aperto e non capisco come le autorita’ di tutto il mondo permettano
    non solo questo ma tante altre cose come il fantastico file sharing e lo streaming di film/sport/etcetc!
    Cavolo ma adattatevi no??!!E’ un’onda che non potete fermare quindi prendete le tavolette e approfittatene!Fate pagare una cifra irrisoria,
    oppure fate in modo di inserire dello spam con i fiocchi! Ben strutturato, che catturi l’attenzione ma che non infastidisca troppo!

    P.S.> Manlio e’ buono 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...